Menu Chiudi

Canoni dovuti anche se il secondo ingresso dell’immobile in locazione non risulta accessibile – Cass. Ord. 7481/20

Caso: una società si opponeva allo sfratto per morosità, lamentando vizi all’immobile (impianto elettrico non a norma) e l’impossibilità di accedervi tramite il secondo ingresso.

La Corte sostiene quanto già affermato in sede di appello:

  • l’immobile era dotato di un doppio ingresso sicchè, quandanche quello secondario risultasse inaccessibile, non era mai stato impedito alla conduttrice di fruire del bene;
  • la conduttrice, inoltre, risultava aver più volte rifiutato l’offerta di consegna delle chiavi;
  • la conduttrice avrebbe potuto eseguire in autonomia interventi sull’impianto elettrico ripetendo poi le spese dalla locatrice.

Per questi motivi, la Corte ha dichiarato legittimo lo sfratto per morosità in quanto i canoni erano dovuti dalla conduttrice e non sussistevano validi motivi per il mancato pagamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *