Menu Chiudi

Tag: sezioni unite

La successione è unitaria e va applicata una sola normativa


Usufruisci di un servizio legale professionale e Tutela i Tuoi Diritti rimanendo comodamente a casa


Cass. civ., sez. un., 05-02-2021, n. 2867.

In tema di successioni transnazionali, qualora la legge nazionale del defunto che regola la successione, come individuata ai sensi dell’art. 46 l. n. 218 del 1995, sottoponga i beni relitti alla legge del domicilio dello stesso se mobili e alla legge italiana se immobili, secondo la regola del rinvio indietro ex art. 13, 1° comma, lett. b), l. n. 218 del 1995, si verifica l’apertura di due successioni e la formazione di due masse, ciascuna delle quali soggetta a differenti regole di vocazione e delazione e dunque a differenti leggi alla cui stregua verificare la validità e l’efficacia del titolo successorio (quanto a presupposti, cause, modi ed effetti della revoca del testamento), individuare gli eredi, determinare l’entità delle quote e le modalità di accettazione e di pubblicità, e apprestare l’eventuale tutela dei legittimari (nella specie, la suprema corte ha cassato la decisione dei giudici di merito che, in fattispecie nella quale un cittadino inglese aveva disposto con testamento dei soli beni mobili in favore della moglie cittadina italiana, avevano regolato secondo la legge inglese anche il titolo di acquisto della successione immobiliare, benché i beni si trovassero in Italia, relegando l’operatività della lex rei sitae alla sola fase successiva alla delazione e limitandola alla determinazione delle quote, alle modalità materiali e alle formalità di acquisto).

Diritto d’uso esclusivo del singolo condomino

CORTE DI CASSAZIONE; sezioni unite civili; sentenza, 17-12-2020, n. 28972 (massima Foro Italiano)

I condomini non possono costituire un diritto reale di uso esclusivo, perpetuo e trasmissibile, a carico di una parte comune dell’edificio condominiale e a favore di un condomino, ostandovi i principi del numerus clausus e della tipicità dei diritti reali


Usufruisci di un servizio legale professionale e Tutela i Tuoi Diritti rimanendo comodamente a casa


Mandato al venditore/costruttore dell’edificio, in base a una clausola contrattuale, è irrevocabile? Decideranno le Sezioni Unite

Sezione Seconda civile, ordinanza interlocutoria 11 marzo 2021, n. 6894, Pres. R.M. Di Virgilio, Rel. L. Varrone (massima ufficiale)

La Seconda Sezione ha disposto il rinvio per la trattazione in pubblica udienza, per la particolare valenza nomofilattica, della questione concernente la validità del mandato irrevocabile al venditore/costruttore dell’edificio – contenuto negli atti di acquisto delle singole unità immobiliari, nonché in una specifica clausola del regolamento contrattuale per la modifica delle tabelle millesimali in precedenza redatte dallo stesso costruttore.


Usufruisci di un servizio legale professionale e Tutela i Tuoi Diritti rimanendo comodamente a casa